06/03 Bondone - GrEsGa

Vai ai contenuti

06/03 Bondone

Diario di Bordo > 2015
Bondone
Il giro della Rosta
06/03/2015
La solare giornata e la soffice neve che ricopre l’ampia Piana delle Viotte sono una ghiotta e irrinunciabile occasione per lasciarci alle spalle il centro fondo (1566m) e imboccare l’erto stradello innevato che a W risale la Val D’Eva, dove accompagnati dal cadenzato scricchiolio della neve e superata strada facendo un’ultima leggera pendenza, giungiamo alla panoramica Bocca di Vaiona (1695m, 40min.). Tralasciata sulla sinistra l’affilata costa dei Cavai e con essa la ben nota triade del Bondone, affidandoci qui al segnavia 618 che alla nostra destra risale lungo il sentiero del "Cargador", alla fine della panoramica dorsale che sale a N agguantiamo il punto culminante della Rosta (1837m, 50min.), dove complice la solare giornata la vista sulla Val del Sarca e i suoi laghi, a sud si spinge fin sull’azzurro Garda, tanta preziosa acqua figlia del medesimo ghiacciaio. Proseguendo a questo punto lungo l'evidente traccia che a nord attraversa l'ampia dorsale, proprio là dove il sentiero inizia a calare di quota, tra mughi e abeti scorgiamo delle fresche orme di ciaspole, che abbandonando qui il sentiero ufficiale 618 per la sottostante strada Lagolo/Bondone, giù a destra si infilano direttamente nel fitto bosco.
Affidandoci così all'invitante e anonima traccia, calando rapidamente di quota nell'intricato labirinto di alti tronchi e guadagnata più in basso un'ampia radura, mantenendoci alti rispetto alla strada che perviene dalla Val dei Laghi e procedendo con lungo traversone a mezza costa, senza problemi d'orientamento a S/E concludiamo il nostro periplo al centro scii delle Viote (ore1:40).
Dislivello assoluto 270 m.
Tempo totale di cammino ore 3:10.
Lunghezza tragitto Km 8.

                                                                


Torna ai contenuti