7/01 passo Nota - GrEsGa

Vai ai contenuti

Menu principale:

7/01 passo Nota

Diario di Bordo > 2015

Altipiano di Tignale
Passo Nota
07/01/2015

Per inaugurare la nuova stagione di caccia, pardon intendevo dire…di avventurose escursioni, siamo ritornati sull’incantevole altopiano di Tremosine, nel cuore del “Parco Alto Garda Bresciano”. E così, abbandonata a Limone la riviera bresciana del Garda, su a monte risaliamo l’erta provinciale che porta sulla panoramica balconata del comprensorio di Tremosine, dove superato il borgo di Vesio e proseguendo poi sull’indicazione N per Passo Nota, a circa metà lunghezza della val di Bondo lasciamo l’auto in prossimità dell’incubatoio ittico (720m) per dare così inizio alla nostra escursione. Camminando brevemente a N lungo la strada stessa, di lì a poco abbandoniamo la valle maestra per imboccare alla nostra destra E il segnavia n°217, dove guadato il torrente iniziamo subito la risalita della recondita ed erta val Muravalle. Arrancando lungamente su per il boscoso pendio, calpestando insidiose chiazze di vecchia neve ghiacciata e scavalcando più volte di qua e di là del ruscello, faticosamente risaliamo l'erto impluvio fino ad intercettare su in alto la mulattiera proveniente da piazza Angelini (1300m, ore1:20). Proseguendo ora alla nostra sinistra N fino al vicino crocicchio di Malga val Cerese (1228m, 15min.) e tralasciando momentaneamente lì le indicazioni per Passo Nota, ecco che risalito l'erboso dosso alla nostra destra, in posizione dominante giungiamo al vicino ex cimitero della grande guerra e ai resti del lungo trincerone in calcestruzzo, posto a difesa del strategico valico (10min.). Giusto il tempo per un scatto fotografico, e tornati poi giù sullo sterrato della precedente mulattiera, poco più a N raggiungiamo la vicina ex. Caserma della Finanza di Passo Nota, altro interessante ed evocativo sito storico (ora rifugio degli Alpini, 1220m, 25min.). Dopo aver immortalato lo storico rifugio e aver posato vicino al vecchio monumentale cannone, camminando a questo punto sulla strada asfaltata che a W cala nella val Cerese e passando poco dopo per il vicino rifugio Pedercini, seguendo gli innumerevoli e monotoni tornanti del sinuoso nastro asfaltato e transitando strada facendo per località Le Acque (887m, 50min.), alla fine della lunga discesa rieccoci al nostro punto di partenza (35min.).

Dislivello assoluto 500 m.
Tempo totale di cammino ore 3:45.
 
                                                                    

 
Torna ai contenuti | Torna al menu