21/06 Val dei Ronchi - GrEsGa

Vai ai contenuti

Menu principale:

21/06 Val dei Ronchi

Diario di Bordo > 2017
Val dei Ronchi
21/06/2017
Nella disperata ricerca di un po’ di refrigerio e nel contempo senza allontanarci troppo da casa, oggi percorriamo verso nord un tratto della Vallagarina fino ad Ala, dove infilata la recondita Val dei Ronchi e superata strada facendo l’azienda vitivinicola di maso Michei, più avanti giungiamo a “Sorgente Motori” (865m), punto d’inizio della nostra escursione. Tralasciato alla nostra sinistra l’ardito e lungo sentiero 108 per capanna Sinel e cima Carega, alla nostra destra ci incamminiamo sul viottolo che passando prima per Maso Eccheli e confluendo subito dopo sul segnavia 109 per Passo Pertica, più avanti porta a malga Scincheri (815m, 30min.), ultimo avamposto abitato della Val dei Ronchi. Proseguendo a questo punto verso est sull’assolato viottolo del segnavia 109, alla nostra sinistra ben presto abbandoniamo i verdi prati per scomparire nell’ombra della fitta faggeta, e dopo essere discesi e risaliti per i due consecutivi impluvi della val di Lovro prima e del Casel poi, più in alto guadagniamo il solare dosso prativo di malga Brusà (879m, 35min.). Qui la vista si spalanca sull’intera vallata e sui monti che a nord e a sud la delimitano, e proseguendo la nostra marcia lungo la carreggiabile che in quota ne taglia il fianco destro idrografico, passando nel frattempo per la “Sorgente Picolotta” ed il bivio col sentiero 110 per Bocca Gaibana, ad E ci portiamo in capo alla valle. Ai piedi dell’alta bastionata il sentiero s’impenna sempre più verso monte, e passati nel frattempo d’innanzi alla madonnina votiva dell’escursionista (1330m, ore1:15), arrancando faticosamente su per l’irto tracciato che mette a dura prova gambe e fiato, tralasciando più in alto la diramazione sinistra per il sentiero attrezzato Pojesi, poco dopo eccoci finalmente a Passo Pertica e all’omonimo rifugio (1521m, 30min.). Tappa obbligata per la salita al Carega, oggi passo Pertica rappresenta invece la nostra meta, dove volgendo lo sguardo alle nostre spalle, ad ovest possiamo ammirare il profondo solco della valle appena percorsa, con l’assolato dosso prativo di malga Brusà che si eleva a circa metà della sua lunghezza, fino al suo sbocco estremo nella Vallagarina. Dopo la breve sosta ritemprante all’ombra della verticale falesia del Pertica, mettendo questa volta a dura prova le nostre ginocchia giù dal scosceso sentiero appena risalito e passando nuovamente per malga Brusà (ore1:20.), concedendoci più in basso una breve digressione sull’invitante sentiero per il fondo della Forra (10min.) e risalendo poi sull’alpeggio di Malga Strincheri (20min.), passando nuovamente per Maso Eccheli infine concludiamo il nostro tragitto a bastone in località Motori (20min.).
Dislivello assoluto 656 m.
Tempo totale di cammino ore 5.
Lunghezza tragitto Km 15.
                                                                              
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu