06/02 M.Armentera - GrEsGa

Vai ai contenuti

06/02 M.Armentera

Diario di Bordo > 2020
L’ ARMENTERA E L’EREMO DI SAN LORENZO
06/02/2020
L’Armentera è una modesta elevazione boscosa, che al cospetto delle grandiose cime settentrionali dell’Altopiano dei Sette Comuni (Ortigara, Cima Dodici, Portule) separa la Valsugana dalla piccola Val di Sella, nota quest’ultima per la manifestazione artistica Arte Sella e per la sua famosa Cattedrale Vegetale.

Dinnanzi all’Hotel Al Legno (830m) sono sufficienti pochi metri a ritroso lungo la strada che ci ha portato fin qui per imboccare alla nostra sinistra il segnavia 210, una tortuosa sterrata di servizio che su per il bosco va a confluire sulla comoda forestale che a mezza costa corre lungo l’intero costone meridionale dell’Armentera (960m, 20min). Prendendo qui la direzione alla nostra destra e senza mai perdere d’occhio la grandiosa bastionata settentrionale dell’Altopiano d’Asiago, innalzandoci progressivamente di quota e arrivati proprio là dove il segnavia 210 abbandona la forestale per calare lievemente nell’impluvio della Val di Croce e risalire poi fin su all’omonima Bocchetta (1120m, ore1:00), ed ecco che tralasciata qui l’ennesima forestale che cala ad est e inerpicandoci invece sul sentierino che s’impenna dinnanzi a noi, ben presto approdiamo sul panoramico poggio dell’Eremo di San Lorenzo (1185m, 10min). La solare vista sulla Valsugana e la suggestiva atmosfera che si respira quassù sono l’occasione giusta per una breve sosta contemplativa prima di ridiscendere giù alla precedente Bocchetta Val di Croce (10min), dove imboccata stavolta l’erta traccia che risale sull’opposto versante e passando strada facendo per un primo e generoso punto panoramico sull’intera Valsugana (30min), attaccando subito dopo l’ennesimo e ancor più tosto cambio di pendenza, infine su in alto agguantiamo la croce di vetta dell’Armentera (1500m, 40min), la massima elevazione della giornata.
Vista l’assenza di sicuri segnavia e passaggi alquanto esposti di cresta, soddisfatti e appagati rinunciamo volentieri all’incerto tracciato che cala giù ad ovest per ricalcare invece a ritroso la medesima via appena risalita, e concludere così la nostra escursione a “bastone” davanti all’Hotel Legno (ore1:40).
Dislivello assoluto 670m.
Tempo di percorrenza ore 4:30.
Lunghezza tragitto Km 10.
                                     
Torna ai contenuti