23.2 Monte Tomba - GrEsGa

Vai ai contenuti

23.2 Monte Tomba

Diario di Bordo > 2012
23/02/2012  
Monte Tomba

Dopo il torpore invernale e malanni vari, spronati dalla solare giornata torniamo volentieri sul vicino altopiano lessinico, dove oltrepassato l’abitato di Bosco Chiesanuova e proseguendo il nostro viaggio per S.Giorgio, abbandonata più avanti la provinciale alla nostra sinistra prendiamo la deviazione per Bocca di Selva (1551m), punto di partenza della nostra escursione. Seguendo rigorosamente il tracciato riservato ai pedoni ( segnavia n°255), più in basso e a valle della pista da fondo ci affidiamo alle indicazioni per il rifugio Podestaria, e transitati strada facendo per le Casere di Campo Rotondo prima e l'intersezione con la pista da sci poi, camminando sull’ondulato tracciato e arrivati in vista del rifugio Podestaria, ancor prima di raggiungerlo facciamo dietrofront per inerpicarci decisi sù per il versante occidentale del M.Tomba, fino a guadagnane la cima e il panoramico terrazzo del rif.“ Prima Neve” (1765m,ore2). Affascinati dall’immacolato paesaggio invernale e tentati dall’invitante profumino che esce dalla cucina, senza indugio lasciamo i panini ben al sicuro nello zaino e ci accomodiamo ad uno dei tavoli dell'affollata sala da pranzo, d'altronde anche questo fa parte della cultura montanara. Dopo l’impegnativa seduta, riprendiamo il nostro cammino sul sentiero che digrada ripido giù dal versante meridionale, e giunti all’altezza della biforcazione per S.Giorgio, ignorando le indicazione per il Branchetto deviamo decisamente sulla nostra destra recuperando così più in basso il tracciato della pista da sci, che seguendo rigorosamente lungo il ciglio ci riporta in breve al nostro punto di partenza (40min.).
Dislivello max. di salita 100 m.
Tempo totale di percorrenza ore
2:40.

                                                       


Torna ai contenuti