13.2 Asiago - GrEsGa

Vai ai contenuti

Menu principale:

13.2 Asiago

Diario di Bordo > 2014

Asiago
Dorsale del M.Longara

13/02/2014

Oltrepassati i centri abitati di Asiago e Gallio, proseguiamo verso N su per la Valle di Campo Mulo, e lasciata l’auto nell’area parcheggio presso il centro sci di Melette 2000 (1440m.), diamo inizio alla nostra nuova avventura. Attrezzati di zaino e ciàspole, imbocchiamo la forestale che alla fine dell’area sosta risale il boscoso pendio alla nostra sinistra W, giungendo così in costante ma mai esagerata salita alla Croce di Ongara (1527m, 35min.), dove più che la croce, a farla da padrona sono un paio di poco edificanti ripetitori. Immersi nel magico e silenzioso paesaggio invernale, accompagnati dal cadenzato scricchiolio della neve iniziamo ad arrancare verso N, su per l’ampia e panoramica dorsale dell’Ongara, segnavia n°850, e girandoci  di tanto in tanto ad ammirare l’ampia vista che a sud si apre sempre più sulla conca centrale dell’altopiano, giungiamo alla prima e arrotondata elevazione di M.Cucco (1615m, 25min.),  dove il panorama spazia in tutte le direzioni, dal Pasubio alle vicine cime del Verena, Ortigara, Caldiera, e alle loro spalle fanno capolino Cima d’Asta e le Pale di S.Martino. Lasciata alla nostra destra Casara Ongara Davanti, proseguendo verso N lungo il dolce saliscendi dell’ondulata dorsale, transitando strada facendo  nei pressi della Casara Ongara di Dietro, in fine eccoci sul M.Baldo (1680m, 30min.), e anche se sotto di noi non c’è il Garda, il panorama da quassù è altrettanto stupendo! Mantenendo ora la nostra prua orientata a N, da lì a poco, nei pressi di un pittoresco capanno da caccia, la traccia del sentiero si biforca, e prendendo la diramazione alla nostra destra ben presto abbandoniamo l’aperto alpeggio per immergerci nel folto e brizzolato bosco. Calando di quota andiamo a intercettare la pista da fondo, e da lì a poco, la silenziosa magia invernale viene bruscamente soprafatta dall’affollato e chiassoso parcheggio del centro sportivo di Campo Mulo (1500m, 50min.). Dopo la rigenerante sosta al rifugio, sempre ciàspole ai piedi e incamminandoci a questo punto direttamente sull’innevata strada di Valle Campomulo, prestando attenzione all’andar e vieni delle auto, concludiamo il nostro periplo a Melette 2000 (40min.).

Tempo totale di cammino 3 ore .
Dislivello assoluto
240 m.
Lunghezza tragitto
8 Km.

                                                                     


 
Torna ai contenuti | Torna al menu