7.1 Madonna della Corona - GrEsGa

Vai ai contenuti

7.1 Madonna della Corona

Diario di Bordo > 2010
Brentino/Spiazzi
07/01/2010
Per la prima uscita dell'anno ci ritroviamo a Brentino, dove la lunga scalinata che dal fondo della Val d’Adige risale alla Madonna della Corona è solo l’inizio di un ben più lungo periplo, che passando per l’abitato di Ferrara e calando poi lungo il fianco sinistro della Val delle Pissote ci riporterà infine al nostro punto di partenza.

Imboccata a Brentino (187m) la storica scalinata del sentiero del pellegrino e inoltrandoci sempre più all'interno dell’ombroso e profondo impluvio della Val dell’Orsa, l'aereo sentiero scolpito sulla verticale parete nord del M.Cimo alla fine ci porta direttamente al Santuario (773m, ore1:30), dove credenti o no è impossibile resistere alla tentazione di una sosta contemplativa sul panoramico sagrato. Ripresa la scalinata ben presto risaliamo al sovrastante borgo di Spiazzi (864m, 20min.), dove seguendo ora a nord la strada provinciale, più avanti perveniamo a Ferrara di M.Baldo (856m, ore1), un piccolo paese a misura d’uomo dove la sosta è d’obbligo.
Attraversata a questo punto la piazza e risaliti tra le abitazioni del villaggio di Albarè, deviando lì a destra sul sentiero che digrada nel boscoso versante della val delle Pissote e passando per la sottostante radura di M.ga Orsa (747m, 40min.), ecco che persistendo dritti sul pianeggiante segnavia 74 infine torniamo direttamente a Brentino (ore 1,40.).
Dislivello assoluto 677 m.
Tempo totale di percorrenza ore 5:10.

                                    



Torna ai contenuti