14.10 Bondone - GrEsGa

Vai ai contenuti

14.10 Bondone

Diario di Bordo > 2010

Le tre cime del BONDONE

14/10
Stamane, usciti dal casello autostradale di Trento centro e seguendo le indicazioni per il M.Bondone, raggiungiamo località Viotte (1566m), dove parcheggiata l’auto qualche centinaio di metri oltre il centro sci e attrezzati di tutto punto per affrontare la ferrata del Dos d'Abramo, diamo inizio alla nostra escursione.

Lasciata la cima del Palon alle nostre spalle e attraversato verso W il biotopo delle Viotte, proseguendo poi sul panoramico sentiero n°607 che piegando a sud risale la panoramica “Costa dei Cavai”, alla fine della salita ci ritroviamo alla base del M.Cornetto  (2100m, ore1:25). Tralasciata qui la traccia che porta sulla cima della vetta, ora proseguiamo sul sentiero n°636 che a est porta all’attacco della via ferrata del  “Dos d’Abramo”,  ma giunti all’attacco della via attrezzata (10min.) un cartello ci avvisa che la stessa è chiusa per manutenzione!! Tra incredulità e delusione decidiamo di proseguire sul sentiero 636, che costeggia la base del torrione stesso, fino a raggiungere l’attacco della ferrata che sale dal versante orientale (15min.), ma qui ci attende un’altro cartello, e altra delusione! Così rassegnati, ma non per questo infelici, mantenendo a questo punto la nostra rotta verso est, più avanti raggiungiamo la terza vetta del Bondone, Cima Verde (2102m, 25min.), dove la proverbiale vista che a 360° spazia su una miriade di monti e valli, ben compensa l'imprevista inagibilità della via ferrata. Digradando a questo punto dal versante nord di Cima Verde e passando strada facendo dalla prateria alpina alla quota dei mughi e più in basso nel folto del bosco, raggiunto giù in valle il pianeggiante sentiero che a est costeggia il limite settentrionale della riserva naturale, alla fine ritorniamo al nostro punto di partenza, (ore1:10.).
Dislivello max. 536 m circa.
Tempo totale di percorrenza ore 3 :25.

                                     


Torna ai contenuti