17.11 Monte Roen - GrEsGa

Vai ai contenuti

17.11 Monte Roen

Diario di Bordo > 2011
17/11/2011   
Monte Roen
Lasciata la A22 all’altezza di Egna, proseguiamo in direzione nord lungo la Strada del Vino, e seguendo le indicazioni per Caldaro, più avanti abbandoniamo la valle per risalire l’erta e tortuosa SS42 per Passo della Mendola, dove ripiegando poi a sud per i campi da golf, arriviamo al parcheggio della seggiovia (1376m), punto di partenza della nostra escursione.

Imboccato il sentiero n°500, che sul lato opposto della strada coincide per gran parte con una comoda carrareccia sterrata, passando accanto ad alcuni caratteristici villini e proseguendo poi silenziosamente nel folto bosco misto di abeti e larici, passando strada facendo per la stazione a monte dell’impianto di risalita dello sci e successivamente per il bel rifugio di Mezzavia (1600m, 40min.), sempre immersi nel bosco più in alto approdiamo nella tranquilla e panoramica conca prativa di Malga Romeno (1773m, 45min.). Dopo la meritata pausa, abbandoniamo la forestale per avviarci sull’erto sentiero che s’inerpica sul versante nord del Roen, dove giunti circa a metà della faticosa risalita, proprio là dove il pendio si affievolisce e il fiato si fa meno pesante, zigzagando tra i mughi guadagniamo facilmente la sommità del M.Roen (2116m, 45min.). Più che una vera e propria cima si tratta di un ampio e panoramico balcone a precipizio sulla val d’Adige, dove lo sguardo corre da Bolzano fino al lago di Garda e tutt’attorno si ammira un susseguirsi di soleggiati altipiani, innevati monti e ardite cime (Adamello, Brenta, Dolomiti) tutte lì ad invitarci a nuove e fantastiche avventure.
Ma haimè! dopo la foto di vetta e l’ottimo panino con spek “biologico” è giunta l’ora del ritorno, e così ricalcando a ritroso il percorso dell’andata e transitando nuovamente dal rifugio Mezza Via (ore1), incrociata poco dopo la pista da sci e abbreviando da lì il rientro calando direttamente giù dal brullo pendio, alla fine della discesa ci ritroviamo direttamente nel nostro parcheggio di partenza (25min.).    

Dislivello assoluto 750 m.
Tempo totale di percorrenza ore 3:35.
Lunghezza percorso 14 Km.
Curiosità:
Il monte Roen con i suoi 2.116 si trova a fianco del passo Mendola ed è la montagna più alta del gruppo dei Monti Anauni, che separano la Val di Non dalla Val d’Adige.  Il nome del monte corrisponde direttamente alla parola aramaica “roen” che vuol dire “vedetta, posto di osservazione”, non per niente durante la dominazione romana aveva la funzione di sorveglianza sul sottostante passo.
                                               




Torna ai contenuti