17.9 Cima Valdritta - GrEsGa

Vai ai contenuti

Menu principale:

17.9 Cima Valdritta

Diario di Bordo > 2010

M.Baldo cima Valdritta

17/09/2010
Partendo dal caval di Novezza(1430 m) seguiamo la strada verso N, fino a incrociare il sentiero n°652 proveniente da m.ga Acque nere (1500m, 15min.). Abbandonato qui l’asfalto della strada Graziani seguiamo ora il sentiero che risale la ripida scarpata alla nostra sinistra per il baito del Marocco, e camminando tra i pini mughi che tappezzano questo versante montebaldino, più in alto scorgiamo il bivio col sentiero n°66 (1700m, 25min), che alla nostra destra risale la val Campione. Deviando ora sui ripidi zig-zag del nuovo tracciato e raggiunta più in alto “forcella di val Fontanella”, alla fine dell’erta salita confluiamo sul sentiero n°651, la lunga dorsale che da nord a sud corre sotto le creste del Baldo (2105m, 50min.). Proseguendo ora a N sull’alta via del Baldo, più avanti giungiamo a forcella di Valdritta (2107m, 20min.), dove abbandonato il sentiero maestro e deviando sull’impervia traccia che s’inerpica alla nostra sinistra, tra roccette e magre zolle erbose alla fine agguantiamo Cima Valdritta (2218m, 20min.), la massima elevazione del Baldo e di tutti i monti che incorniciano il sottostante Garda. La vista da quassù spazia libera senza ostacoli sui proverbiali 360°, e se sotto di noi ci appare un’ampia porzione del nostro lago, tutt’attorno individuiamo una miriade di dorsali e isolate cime, alcune a noi già note, e molte altre ancora da esplorare. Scattate le rituali foto di cima non rimane che calare nuovamente sul sottostante sentiero n°651, dove camminando ora a ritroso verso S, alla fine raggiungiamo il rif. Barana e la soprastante croce di vetta di Cima Telegrafo (2200m, ore1:10), la seconda elevazione del Baldo. Ridiscesi a questo punto sul sentiero 651 e ritornati brevemente verso N, più avanti, sulla nostra destra imbocchiamo il tracciato del segnavia n°652, dove districandoci tra i folti mughi e insidiose radici affioranti, alla fine del lungo traversone concludiamo il nostro periplo a Caval di Novezza (ore1:20).
Dislivello assoluto 800 m.
Tempo totale di percorrenza ore 4 :40.
                                                                                         

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu