30.12 M. Comer - GrEsGa

Vai ai contenuti

Menu principale:

30.12 M. Comer

Diario di Bordo > 2013

M.Comer

30/12/2013

Nel nostro continuo rimbalzare tra le due sponde del Benaco, per congedarci dal vecchio anno siamo approdati nuovamente sulla riviera Bresciana, in quel di Gargnano, e precisamente nella frazione di Muslone (462m), dove lasciata l’auto ci incamminiamo sulla carrareccia n°36, che a N tra sterrato e cemento, su erto tracciato fuoriesce dal paese. Tralasciando prima il segnavia per la “Rocchetta” e più avanti quello per località le Piazze (successiva via di ritorno) dopo vari cambi di direzione e seguendo costantemente l’indicazione per il M.Comer, a quota (1280m, ore1:25.) abbandoniamo definitivamente la carrareccia maestra per proseguire su un sentiero che alla nostra destra s’inoltra nel fitto bosco. Le numerose segnalazioni bianco/rosse ci guidano tra i numerosi alberi divelti e l'intricato sottobosco, fino a risalire alla sella che divide il Comer dal Denervo (1200m,45min.), dove la boscosa cresta alla nostra sinistra in breve porta alla croce di vetta del M.Comer (1280m, 10min.). Posizionato grosso modo a metà lago e molto più vicino allo stesso rispetto ad altri monti più rinomati, dalla cima del Comer lo sguardo spazia su quasi tutta la superficie del Garda, mentre di fronte a noi, come tanti disciplinati soldatini, sfilano le innevate cime del Baldo. Dopo la doverosa sosta contemplativa e calati nuovamente giù alla sottostante sella, seguendo brevemente le indicazioni per il Denervo e intersecando da lì a poco il sentiero n°35 (1260m, 15min), calando ora a destra sulle indicazioni per malga Premaùr e il panoramico pianoro delle Piazze (1100 m, 30min.), sempre su segnavia 35 più a N perveniamo al solitario casolare di località Valzana (20 min.), ideale pitstop per una rigenerante pausa. Ripreso a questo punto il nostro cammino sulla mulattiera che cala di quota verso E, confluendo più avanti sulla scoscesa carrareccia n°36 del mattino e ricalcandone a ritroso il tracciato, alla fine concludiamo la nostra esursione in quel di Muslone (ore 1:10).
Dislivello assoluto.
818 m.
Tempo totale di cammino
ore 4:35.
Lunghezza del percorso  13 Km.

                                                                          


 
Torna ai contenuti | Torna al menu