25.6 Bocca dei Larici - GrEsGa

Vai ai contenuti

25.6 Bocca dei Larici

Diario di Bordo > 2010

Da Limone alla sella dei Larici

25/06/2010
Percorrendo la gardesana occidentale fino a Limone e proseguendo da lì per Riva del Garda, dopo circa un chilometro lasciamo l’auto nella piccola area sosta che troviamo alla nostra destra, proprio alle spalle dell’hotel Panorama (107m), dove attraversata la strada ci attende l’erta salita per “Punta dei Larici e Sentiero del Sole”.
Guadagnando da subito quota nel rado bosco e deviando decisamente verso nord, seguendo sempre la segnaletica del Sentiero del Sole e attraversati i “gradoni anti frana” imbrigliati da apposite reti, più in alto raggiungiamo un primo punto panoramico (215m, 15min) e un paio di comode panchine che fanno proprio al caso nostro. Abbandonate qui le indicazioni  del “sentiero del Sole” e proseguendo a questo punto sull’ardito sentiero n°122 che devia alla nostra sinistra, dopo un'estenuante e interminabile salita su per la massima pendenza, finalmente approdiamo alla Bocca dei Larici (907m, ore1:35min), dove come giusta ricompensa ci attende l'incantevole vista sull'intero lago e i suoi monti. Con direzione sud seguiamo ora il segnavia n°422B, un lungo e pianeggiante sentiero che ricalcando il tracciato di una vecchia mulattiera militare, passando in successione per malga Palaer (946m, 10min.) e il valico di “passo Rocchetta” (1159m, 30min.), giù da alcuni scoscesi tornantini porta poi al successivo crocicchio di  passo Guil (1210m, 25min.), dove cambiando segnavia e direzione, sul 421 giungiamo a Baita Segala Bonaventura (1250m, 25min.), un'accogliente e ben curato rifugio dall'invidiabile vista sul Garda e l'immancabile Baldo.
Tra un morso al panino e uno scatto fotografico il tempo scorre veloce, e così, levati gli ormeggi non ci rimane che digradare giù dal segnavia “104bis”, un lungo e scosceso sentiero che passando strada facendo per malga Valaco (769m, 35min.), e confluendo più in basso sull’acciottolata mulattiera che risale nella “Val del Singol”, incrociando più volte il torrente S.Giovanni e passando accanto a delle vecchie “Calchere”, alla fine della lunga discesa sbuchiamo in località “la Milanesa” (50min.), dove imboccata la via principale che attraversa per intero l’abitato di Limone, camminando tra negozi, alberghi e seguendo per ultimo la stretta via del lungo lago, allontanandoci a nord concludiamo il nostro periplo nei pressi dell’hotel Panorama (45min.).
Dislivello assoluto 800m.
Tempo totale di percorrenza ore 5:30.

                                   

   

Torna ai contenuti