15.3 Val di Ledro - GrEsGa

Vai ai contenuti

15.3 Val di Ledro

Diario di Bordo > 2012
Valle di Ledro
“Senter de Croina”
15/03/2012

Giunti in val di Ledro proseguiamo oltre l’omonimo lago fino a raggiungere Tiarno di Sotto, e proseguendo lì sulla tortuosa stradina che esce a N dell’abitato, più avanti raggiungiamo il caratteristico ponte Romano di Croina (970 m), dove troviamo giusto lo spazio per parcheggiare le due auto.
 
Proseguendo sulla carrozzabile da lì a poco raggiungiamo il ponte sul rio Gabuz, dove ignorata l'indicazione per bocca Giumella e proseguendo invece alla nostra destra, sul segnavia n°415 risaliamo la val di Croina. Transitando tra vecchi fienili e passando nel frattempo dallo sterrato della carrozzabile al più rustico sentiero, giunti più avanti nei pressi di malga SAT e deviando decisi alla nostra sinistra, faticosamente ci inerpichiamo ora sulle pendici meridionali del M.Nozzolo. Traversando a mezza costa una bella faggeta e la successiva arida pista di terreno franoso, più ad est la traccia punta dritta alla sovrastante forcella della Bocca di Vies (1605m, ore2), ennesimo pitstop dove ricompattare il gruppo e massima elevazione del nostro tragitto. Calpestando un tardivo manto di neve nel frattempo caliamo brevemente nell’opposto versante, dove ammirando strada facendo un bel scorcio sul lago di Ledro e le creste montebaldine, in breve risaliamo all’ormai vicina Malga Vies (1555m, 30min.), un caratteristico roccolo da caccia appollaiato sul sovrastante e panoramico dosso, dove due vagabondi cani da caccia sono lì, pronti a condividere con noi un pò di compagnia e…il panino con lo speck che ci stiamo prestando ad addentare.
Ricalcando a ritroso la medesima via dell’andata, a questo punto della giornata torniamo tranquillamente là, dove la nostra avventura è iniziata (ore2).
Dislivello assoluto 635 m.
Tempo di percorrenza ore 4:30.
Distanza percorsa 12 Km.
                                              


Torna ai contenuti