19/02 Bosco dei Folignani - GrEsGa

Vai ai contenuti

19/02 Bosco dei Folignani

Diario di Bordo > 2015
Nel bosco dei Folignani
19/02/2015
Come nostra consuetudine invernale rieccoci qui, sul sicuro e immacolato altipiano della Lessinia, e precisamente a Bocca di Selva (1550m), dove lasciata l’auto e seguendo il tracciato dedicato ai pedoni (sentiero n°255 per Podestaria) ci allontaniamo a N fino a imboccare il sentiero che alla nostra sinistra W digrada prima giù a malga Folignani di Sotto (1490m, 25min.) e poi a quella di Fondo (1472m, 10min.). Il sentiero si fa ora più scosceso e la neve sempre più spessa, e abbandonato nel frattempo il solare alpeggio, addentrandoci nell’oscura selva dei Folignani e fatti i dovuti scongiuri per non incontrare i fantomatici lupi della Lessinia, giù nel profondo impluvio del Vajo dell’Anguilla intercettiamo il sentiero 256. Proseguendo a questo punto a N nel fondo dell'impluvio e passando strada facendo dal Vajo dell’Anguilla a quello delle Ortighe, seguitando a progredire faticosamente nella spessa coltre e ricalcando in più occasioni le orme di precedenti ciaspolatori, ecco che a nord abbandoniamo il gelido bosco per emergere finalmente sull'altopiano, dove riconquistata così la solare prateria a sinistra avvistiamo la nostra prossima tappa, la storica dogana di Podestaria (1660m, ore1:25). Dopo la sosta, con direzione N ci allontaniamo sul segnavia n°250 fino a intercettare l’aereo tracciato che corre lungo la cresta dei “Cordoni”, e proseguendo poi per un breve tratto verso E, digradando da lì a poco nuovamente giù nella depressione della “Pozza Morta” e attraversata con cautela la pista riservata allo sci da fondo, sul lato opposto riprendiamo subito l'erta salita che porta sulla cima del M.Tomba e al rifugio “Prima Neve” (1765m, ore1).
A questo punto della giornata, dopo la solare sosta sulla cima del monte non rimane che digradare giù a S/W fin sul tracciato “ciaspole” del mattino, dove ripercorrendone a ritroso il breve tratto finale, concludiamo a Bocca di Selva e al suo confortevole rifugio (35min.).
Dislivello assoluto 396 m.
Tempo totale di cammino ore 3:35.
Lunghezza tragitto Km 11.

                           

Torna ai contenuti