27/01 rif. Tonini - GrEsGa

Vai ai contenuti

27/01 rif. Tonini

Diario di Bordo > 2015
Altopiano di Pinè
Rif. Tonini
27/01/2015
Dopo una lunga assenza dalla favolosa catena del Lagorai, oggi rieccoci finalmente qui nel suo settore più occidentale, e precisamente sull’altopiano di Pinè, dove raggiunto l’abitato di Balsega e superati i due adiacenti laghi di Serraia e delle Piazze, proseguiamo oltre fino a intercettare alla nostra destra la SP 224, che in forte pendenza porta a risalire fin sul Passo di Redebus (1453m), naturale valico di collegamento con la valle dei Mocheni e punto d’inizio della nostra escursione.

Lasciata l’auto nel comodo parcheggio a margine della strada provinciale (in prossimità del bar ristoro) e ritornati brevemente in direzione di Balsega, alla nostra destra N imbocchiamo il segnavia n°443/B, che in leggera salita segue il tracciato di una comoda stradina, e dove passando da lì a poco d’innanzi a malga Regnana prosegue poi nel fitto bosco fino a raggiungere Malga Pontara (1629m, 50min). Lasciata la piccola radura ci ritroviamo a camminare tra snelli e slanciati fusti d’abeti, e mordendo con i nostri ramponi le insidiose placche ghiacciate che in più punti lastricano il sentiero, dopo aver incrociato il bivio con la strada asfaltata che a sinistra perviene direttamente dalla provinciale di Pinè, più avanti sbuchiamo nell’ampio e solatio anfiteatro di Stramaiolo. Tralasciata qui la strada che a W prosegue per la Malga Bassa e risalendo invece sulla destra alla sovrastante Malga Stramaiolo Alta (1737m, 35min), intercettato poi al crocicchio di passo Campivel nuovamente il segnavia n°443 (1839m, 10min.) e traversando a questo punto alla nostra destra il boscoso versante settentrionale del M.Rujoc, ecco che alla fine della corsa d'andata approdiamo al rifugio Tonini (1906m, 40min).
Per il rientro ripercorriamo pressappoco il medesimo tracciato fin qui fatto, con la sola variazione che al passo di Campivel (30min), invece di calare direttamente giù a Malga Stramaiolo Alta proseguiamo sul sentiero 443 fino all’omologa Malga Bassa (1678m, 20min), e riagguantato lì il tracciato della strada che attraversa la solare conca di Stramaiolo, scomparendo subito dopo nella fitta e gelida abetaia e transitando  nuovamente per malga Pontara, alla fine concludiamo al passo di Redebus (ore 1:10).
Dislivello assoluto 443 m.
Tempo totale di cammino Ore 3:45.
Lunghezza tragitto Km 15.

                                        


Torna ai contenuti